Le Mostre delle Orestiadi Gibellina: La Forza delle Parole

Le Mostre delle Orestiadi Gibellina: La Forza delle Parole

37 37 people viewed this event.
Event starts in
0 Days
0 Hours
0 Min
0 Sec

Le mostre della 43° edizione del Festival Orestiadi di Gibellina, dal 5 luglio al 10 agosto 2024. Un evento imperdibile con opere di Sergio Pandolfini, Matteo Fraterno, Laura Panno e Michele Tombolini.

Graphiae

A cura di Sergio Pandolfini delle edizioni Il Bulino Atelier del Baglio Di Stefano

Radio Taormina

La storica stamperia d’arte Il Bulino di Sergio Pandolfini, fondata nel 1979, è protagonista della mostra “Graphiae”. La stamperia, nota per la sua alta qualità artigianale e la creazione di libri tessuti a mano, presenta opere in cui tecnica, abilità manuale e precisione si fondono per creare arte di altissimo livello. La mostra esplora la scrittura e il segno, mettendo in dialogo poeti e artisti con le opere d’arte.

Matteo Fraterno 2020-2022: Trilogia della reclusione

A cura di Gaetano La Rosa e Enzo Fiammetta In collaborazione con Fondazione Morra e #wallofsounds festival

Matteo Fraterno, nato a Torre Annunziata nel 1954, presenta la sua “Trilogia della reclusione”. Dopo esperienze formative a Milano e Parigi, Fraterno ha sviluppato una pittura materica, utilizzando materiali naturali come sabbia vulcanica e pietra lavica. La sua ricerca recente si concentra sui transiti nel Mediterraneo e il nomadismo culturale, realizzando progetti tra Italia, Grecia, Albania e Turchia.

Laura Panno: Agave-Amour

A cura di Enzo Fiammetta Installazione, giardino del Baglio Di Stefano

Laura Panno, nata nel 1954 a Montebelluna, vive e lavora a Milano. Dopo aver studiato all’Accademia di Belle Arti di Venezia e Brera, ha esposto in numerose personali e collettive di prestigio. La sua installazione “Agave-Amour” continua la sua esplorazione del “corpo” attraverso pittura, scultura e grafica, spesso utilizzando materiali come il vetro di Murano.

Michele Tombolini: Opere di passaggio

Cinque opere agli atelier del Baglio Di Stefano In collaborazione con Fondazione Donà dalle Rose, BIAS e The Doge Venice red carpet

Michele Tombolini, veneziano classe 1963, porta al Festival una serie di opere che coniugano introspezione e messaggi sociali. Partecipante alla 55° Biennale di Venezia, Tombolini è noto per progetti come “Butterfly” contro la prostituzione infantile e “X Square” come simbolo di ottimismo durante la pandemia. Le sue opere, sempre intrise di significati profondi, dialogano con il pubblico su tematiche attuali.

Dettagli delle Mostre

Le mostre del Festival Orestiadi di Gibellina saranno visitabili dal 5 luglio al 10 agosto, dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00, offrendo un ricco programma di esposizioni che intrecciano arte, storia e attualità. Gli artisti presenti esploreranno temi diversi, dall’artigianato artistico alla critica sociale, passando per l’installazione contemporanea e la pittura materica.

Per iscriverti all'evento visita il seguente URL:

Share With Friends

Vota questo evento
[Voti: 0 Media: 0]
Sicilia Spettacoli Pubblicità
Torna in alto
SiciliaSpettacoli.it